Un nuovo paese si prospetta oggi sulla tabella di marcia del nostro team! Prima di metterci in viaggio, un ultimo rifornimento di gasolio che abbiamo scoperto essere ancora “buono”, ma rigorosamente filtrato con la nostra pompa (e comunque mescolato al residuo dei nostri serbatoi): da domani mano esclusivamente alle taniche già riempite in Russia.

 

Pronti per affrontare un tragitto che sappiamo già prospettarsi difficile, con il sole che splende alto nel cielo, ci dirigiamo a sud est. L’asfalto lascia presto il posto allo sterrato che mette alla prova e le capacità di guida dei nostri piloti e la risposta dei nostri mezzi Volkswagen anche su terreni scivolosi.

 

Tutto sotto controllo! Sembra quasi una passeggiata! Simone e Stefania, gli autisti più giocherelloni del team, si divertono a fare un po’ di scorribande: lasciamoli sfogare! Dopotutto qualche volta va data loro “la caramella” come si fa con i bambini! E’ anche occasione, questa, per dedicare del tempo alle riprese della carovana con ogni telecamera in dotazione facendo ovviamente anche volare il drone: è veramente spettacolare vedere i nostri 4 mezzi arancioni sfrecciare negli ultimi km della steppa kazaka!

 

Ed ecco che dopo un centinaio di chilometri raggiungiamo la dogana. Salutiamo ufficialmente il Kazakhistan e fieri riceviamo un nuovo timbro sul nostro passaporto: è ora di andare alla scoperta dell’Uzbekistan. Come ormai di consueto le strade si presentano pressoché una voragine unica e avanzare a passo spedito è impossibile!

 

Arriviamo in hotel oltre la mezzanotte: nemmeno la forza di mangiare! Una tisana calda tra le mani e tutti a nanna.