Non abbiamo molto tempo da dedicare alla capitale, purtroppo, ma decidiamo comunque di andare a visitare Antikabir, il grande complesso della tomba di Ataturk, il Padre della Patria, primo Presidente della Repubblica Turca, e che è indubbiamente il cuore emotivo dell’intera Turchia. Arrivano da tutto il paese in una sorta di pellegrinaggio per rendere omaggio a un Grande Personaggio che ha saputo prendere in mano le sorti di un popolo e unirlo trasmettendogli un forte senso patriottico. Camminando all’interno del complesso si coglie il reale motivo di questo monumento: mostrare l’imponenza e la potenza di questa nazione. La vista sulla città dall’alto, essendo costruito sulla cima di una collina, è splendida. Durante la nostra visita abbiamo anche la fortuna di assistere al cambio della guardia davvero suggestivo. Un giro veloce poi lungo le strade della città che per dirigerci verso quella che è sicuramente considerata una delle più affascinanti, se non la più affascinante, città turca: Istanbul. Lungo via sostiamo per una pausa caffè rigenerante e fare il pieno ai nostri mezzi: la temperatura è decisamente in calo e nuvole grigie appaiono all’orizzonte. Sono il presagio di un imponente acquazzone che incontriamo pochi chilometri dopo esserci rimessi in marcia.

 

Giungiamo poi nella meravigliosa Istanbul, un tempo conosciuta come Bisanzio prima e Costantinopoli poi. Attraversando lo stretto del Bosforo lungo il tunnel subacqueo di circa 5 km per raggiungere il nostro hotel, diamo l’arrivederci, per questa spedizione, all’Asia per rientrare nella zona Europea: Istanbul è l’unica metropoli al mondo appartenente a due continenti. Il traffico è importante…15.000.000 di abitanti si fanno sentire. Giungiamo in hotel quando sono ormai le otto e mezza di sera: giusto in tempo per assistere dalle finestre delle nostre camere ad un tramonto rosso fuoco che si riflette sulle cupole delle numerose moschee che abbiamo intorno. Nell’aria si respira già un’atmosfera sospesa tra oriente e occidente.

Domani andremo a respirarla meglio.