Riprendiamo il nostro viaggio dalla Malesia, punto di passaggio obbligato dei commerci terrestri tra il Golfo del Bengala, quello del Siam e il Mar Cinese meridionale, nel II secolo d.C. La popolazione è formata principalmente da malesi, cinesi, Orang Asli, indiani Tamil e altre etnie minoritarie. I malesi, islamizzati qualche secolo fa, oggi sono i soli ad avere pieni diritti politici e civili.

Atterrati a Kuala Lampur, troviamo nuovi mezzi ad attenderci per iniziare il nuovo percorso. La prima cosa che facciamo è installare le centraline Visirun e controlliamo che sia tutto in ordine. Decidiamo di non visitare subito la capitale ma ci dirigiamo verso Banghuris Homestay, un villaggio dove veniamo accolti con molto calore, situato a circa 60 km da Kuala Lampur. Banghurius è un nome che riunisce, in realtà, tra villaggi: Kampung Bukit Bangkong, Kampung Hulu Chuchuh e Kampung Hulu Teris. Questa è un’ottima occasione per poter entrare a stretto contatto con vecchie e nuove tradizioni e attività tipiche del posto, in quanto circondato da piantagioni di palme da olio, alberi di caucciù e frutteti. Possiamo pescare, battere la gomma, raccogliere frutti e piantare un albero di frutta e dargli il nostro nome!

Arriviamo a pomeriggio inoltrato e per cena ci aspettano delizie locali. Da domani ci dedicheremo alle attività proposte dal villaggio. Non vediamo l’ora!