Arrivati nella provincia di Krabi, iniziamo la nostra esplorazione con un giro in kayak attorno la foresta di mangrovie AO THALANE. Situata a circa 20 km dalla città, questa parte di costa è ricoperta da denso fogliame che ricopre le scogliere. Remando qua e là, abbiamo visto splendide cave e lagune nascoste. Siamo anche riusciti a vedere le famose montagne Karst che si ritagliano sullo sfondo tra i meandri delle mangrovie. Abbiamo anche ospitato dei nuovi compagni di viaggio durante la nostra gita in kayak, delle simpatiche scimmie ormai abituate a stare in contatto con le persone ma che possono diventare anche abbastanza invadenti.

Dopo tutto questo remare abbiamo raggiunto l’Isola Ko Hong, che in lingua thai significa “Isola della Camera”. Voi sapete perché? Aspettiamo che Filippo ce lo spieghi nelle puntate che andranno in onda tra luglio e agosto su RAI1.

Vista da lontano Koh Hong appare uguale alle altre isole tipiche di questa zona geografica, ovvero un ammasso roccioso che si getta a picco sul mare lasciando un minimo accenno a scorci di spiaggia che si intercalano tra le vette montuose. Una volta approdati invece sarà semplice rendersi conto che le rocce di questa isola sono diverse dalle altre, in quanto si limitano a rincorrere il perimetro esterno dell’isola stessa senza però occuparne la parte centrale.

Durante un momento di pausa Ema chiede a filippo il nome di un posto dove erano stati qualche giorno prima, per segnarlo nel diario di bordo: Filippo guarda nella cronologia di Visirun e dà la risposta. Con tutti i posti visitati è facile dimenticarsi qualcosa, menomale che Visirun ha dato una mano.